I Prezzi

Mezza Pensione (con cena a menù fisso, colazione; bevande escluse): 40 €
Pensione Completa (con piatto completo + dolce a pranzo & cena a menù fisso, colazione; bevande escluse): 50 €
Solo Pernotto: 20 €
Colazione: 5 €

IMPORTANTE: per pernottare è obbligatorio l'uso del sacco lenzuolo CON FEDERA (NO sacco a pelo!), in mancanza di uno o dell'altra sarà necessario acquistare il saccolenzuolo usa e getta presso il rifugio (3€)
Qualche parola sulla nostra politica dei prezzi
Possibilità di menù vegetariani e celiaci su richiesta!

Sconto ai soci FALC su Mezza Pensione e Pensione Completa

IMPORTANTE! in occasione delle serate in programma (vedi calendario date nella pagina Gli Eventi) verrà sospeso lo Sconto Soci Falc


Pranzare, dormire, ristorarsi in rifugi, avrete notato (se i vostri passi vi portano spesso in giro per cime e monti...) è un poco più costoso che in una semplice trattoria di città. Questo perché molti rifugi hanno delle difficoltà oggettive maggiori riguardo l’approvvigionamento..

quando, come nel nostro caso, il rifugio può essere raggiunto solo a piedi e non ha strade carrabili che vi arrivino né teleferiche, ogni cosa che troverete nel rifugio sarà salita o con molta fatica e sudore (il fresco per esempio) o con dispendiosissimi viaggi di elicottero. Lo stesso gas per cucinare e la legna hanno anch’essi alle spalle un lungo tragitto in elicottero. Chiaramente, quando si finiscono le uova non si può semplicemente uscire, saltare in macchina e andare al supermercato, ma significa organizzarsi perché le uova salgano fino a qui o mettere in gioco una mezza giornata per scendere, fare la spesa e risalire (..o tenere delle belle gallinozze in rifugio, direte voi.. ma non è così facile neanche quello :) ). Inoltre la gestione stessa comporta difficoltà non scontate che spesso sfuggono: le risorse , come acqua, elettricità, riscaldamento, o la semplice manutenzione, quassù significano maggior investimento di tempo e fatica. Anche solo lo smaltimento dei rifiuti comporta lavoro dato che (da noi) vengono differenziati e trasportati a valle esclusivamente a spalla. Tutto questo, pensiamo, giustifica i prezzi leggermente più alti.

Ma per quanto ad ogni cosa vada riconosciuto il giusto valore, noi crediamo anche che la montagna si stia trasformando sempre più spesso in un esperienza (sportiva, ricreativa) solo per chi ha un portafoglio bello gonfio e aspettative “cittadine”.. e questo ci spiace.

Restiamo dell’idea che un rifugio debba essere il più possibile alla portata di tutti coloro che vi arrivano (perché per andare in montagna -da noi eh.. mica sull’Annapurna!- non è necessario rivestirsi di marchi famosi, bastano anche lo zaino del nonno e gli scarponi un po’ consumati), che possa (e debba) restare un luogo diverso da un “albergo in quota”, che dia la possibilità a tutti di poter mangiare un pasto caldo, riconoscendone il valore aggiunto certo, ma senza spendere uno sproposito.

La filosofia del rifugio Falc forse un po’ la conoscete: gran parte degli alimenti che si utilizzano provengono da agricoltura biologica o da piccoli produttori locali (mica perché fa tanto moda chic ma perché ci crediamo ;) ma i prezzi cerchiamo comunque di mantenerli onesti ed accessibili. Ogni anno le spese crescono e la vita sembra in generale farsi più costosa, ma si è deciso comunque di non aumentare i nostri prezzi. Almeno finché si resiste. Non è facile, ma ci crediamo e, se ce la facciamo, è soprattutto grazie al sostegno di coloro che passano quassù a trovarci e di chi entra in rifugio anche solo per una fetta di torta ed una tazza di the.